Quel filo spinato in cui si incastrano i sogni di tutti.

Quel filo spinato in cui si incastrano i sogni di tutti.

In quel filo spinato si incastrano i sogni di chi aveva aveva immaginato un’Unione senza confini. I nostri sogni. I sogni di chi vede qui l’unica speranza di salvare la propria vita e quella della propria famiglia. I sogni di chi ha combattuto prima di noi per costruire l’Europa.

Al Brennero l’Austria ha iniziato oggi i lavori per la costruzione di una barriera per limitare, in caso di necessità, l’accesso di migranti provenienti dall’Italia. La struttura – ha detto il capo della polizia tirolese Helmut Tomac – avrà una lunghezza di 250 metri e comprenderà l’autostrada, come anche la strada statale.
L’iniziativa austriaca unisce parte di maggioranza e opposizione: Pd e Fi, infatti, sono critici e preoccupati. Ma la Lega condivide la linea dell’Austria, mentre i funzionari di Polizia temono ripercussioni sull’ordine pubblico.
“Così si rischia di determinare un’intensificazione dei flussi via mare – ammonisce Lorena La Spina, segretario dell’associazione Funzionari, Anfp – più pericolosi e difficili da controllare. Si scaricano sull’Italia i problemi del Mediterraneo e la si condanna a gestire da sola e con stretti vincoli di bilancio una vera e propria emergenza umanitaria e di sicurezza i cui effetti ricadranno inevitabilmente anche sull’anello più debole della catena: le donne e gli uomini della Polizia di Stato”.

L’articolo prosegue su Repubblica.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>