Quanto pesano le parole (soprattutto quelle riferite al corpo delle donne)

Quanto pesano le parole (soprattutto quelle riferite al corpo delle donne)

Da uomo non posso stare in silenzio.

Barbara Fontana è stata uccisa a coltellate. Ma aveva una doppia vita quindi meglio sottolinearlo per lasciare intendere che un po’ se l’è andata a cercare.
Rossella Fiamingo è tornata a casa da Rio con una medaglia d’argento al collo, ma per alcune testate il suo lato B è d’oro e quindi merita più attenzione della prestazione agonistica.
E poi ci sono loro, il trio delle “cicciottelle”. Che si chiamano Guendalina Sartori, Claudia Mandia e Lucilla Boari e domenica hanno ottenuto il miglior risultato nella storia del tiro con l’arco femmine, sport che praticano con sacrifici che chi non è un atleta olimpionico difficilmente può comprendere. Eppure in quel titolo si è preferito sottolineare che non aderiscono a presunti canonici estetici.

cicciottelleGiornali e giornalisti dovrebbero conoscerlo bene il peso delle parole. Quanto influenzino il pensiero, la cultura, la percezione. Quanto un uso superficiale delle stesse possa generare danni più o meno evidenti. Etichettare una donna per le scelte che fa o per come appare equivale a svilirla. E quando svilisci una donna, in un certo senso giustifichi tutto quello che è costretta ad ascoltare e subire.

Noi tutti abbiamo il compito di combattere la nostra società sessista, ma per farlo serve davvero un grande sforzo collettivo.

Bene la rimozione del direttore di QS dal suo incarico, ma non basta. Per combattere il pregiudizio, il maschilismo e il femminicidio, che di essi è la manifestazione più violenta, serve un lavoro costante e difficile sul linguaggio e sulla cultura. In questo la politica ha la sua responsabilità, così come ce l’ha tutta la società. Soprattutto noi uomini.

———–
[QUI trovi qualche altro appunto sul tema della discriminazione di genere]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>