Daspo Urbano a Bologna

Daspo Urbano a Bologna

Daspo urbano verso chi dorme sotto i portici? Io sono favorevole al Daspo Urbano, ma deve essere attuato verso tutti quelli che delinquono, imbrattano, occupano biblioteche e provocano guerriglia in piazza Verdi, verso tutti coloro che non hanno RISPETTO per Bologna.
Chi dorme sotto i portici ha solo bisogno di una coperta, un tè caldo e un tetto dove ripararsi dal freddo (e per chi vuole un aiuto il Comune ha progetti precisi oltre ad un piano freddo).
Restiamo umani, vi prego.
freccia-rossafreccia-rossa Leggi l’articolo pubblicato il 22 novembre su Repubblica Bologna
L’ho detto al question time venerdì scorso e lo ripeto: il Comune di Bologna ha ottimi servizi sociali e un piano freddo che sarebbe da esportare in tutte le capitali del MONDO. Il Daspo urbano non va usato verso i più deboli, ma verso chi non rispetta Bologna. Ad esempio verso il lavavetri aggressivo al semaforo verso donne e ragazze sole in macchina. Chi è il soggetto debole in questo caso? Le donne e le ragazze che non hanno modo di difendersi e io starò sempre dalla parte dei più deboli, degli indifesi, di chi ha subito un’ingiustizia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>