La mia è una storia di Bologna.

Sono nato qui il 4 agosto 1984 e sono cresciuto nel quartiere San Donato. Ho potuto così usufruire di tutti i livelli di istruzione disponibili nella nostra città: dal nido, alle elementari Gualandi e le scuole medie Besta,  passando per il diploma alle Aldini – Valeriani, arrivando alla laurea in Scienze Politiche all’Unibo e al master in Risorse Umane.

Lavoro in quest’ultimo campo, dove mi occupo di selezione del personale, alla ricerca costante di talenti e competenze da inserire nel mondo del lavoro e di figure professionali da valorizzare.

​Sono tante le grandi passioni della mia vita e tutte in qualche modo sono legate alla nostra città.

Ogni storia di Bologna è per forza fatta almeno in parte di musica, sport, politica, cibo, arte e cultura.

Suono da sempre. Nel tempo sono cambiate le band, ma non la voglia di suonare insieme agli amici. Mi interesso di sport e di arte e ultimamente mi sono appassionato alla cucina, competenza utile anche per il mio impegno come volontario alle Feste dell’Unità, che dura da anni.

È difficile infatti che una storia personale a Bologna non si imbatta prima o poi nella politica. Ho iniziato con i Ds e la Sinistra Giovanile e milito nel PD dalla sua nascita. Nel 2011 sono stato eletto consigliere di quartiere a San Donato, dove come capogruppo ho seguito i temi sociali. Sono stato nello scorso mandato segretario regionale dei Giovani Democratici. Un’esperienza preziosa per il grande potenziale che hanno i giovani che si impegnano in politica, ovunque e in particolare nei nostri territori. Attualmente faccio parte della segreteria regionale PD.